Torna alla home page

Elisabetta Tagliazucchi

archivio copertine

Ultima modifica: 5 anni fa elisabetta tagliazucchi (info@elisabettatagliazucchi.com)


aprile 2.9
Rimpicciulita con PhotoSchiop



















"Non quel silenzio. Nel ricordo, solo restò la bocca che non diè parola, la bocca che tacendo disse: Taci!..."

(Guido Gozzano)



maggio 2.9
omaggio.jpg



















"Non bisogna mai ascoltare i fiori. Basta guardarli e annusarli..." (A. de Saint-Exupery)



giugno 2.9
venezia.jpg




















"Rosencrantz Tu credi che la morte possa essere una nave?

Guildenstern No, la morte non è.
La morte è la negazione totale, il non essere.
Non si può non essere su una nave.

Rosencrantz A me è capitato spesso di non essere su una nave...


Guildenstern ...

Rosencrantz ...

Guildenstern No è diverso. Tu eri, ma non su una nave."

(Tom Stoppard)



luglio 2.9
la_luna.jpg

























agosto 2.9


a testa in giù

Un Sorriso per chi mi ha avvelenato i giorni con l'ampolla dell'odio e del rancore, uno per chi ha tentato di impadronirsi dei minuti che mi separano dalla morte. Un sorriso per chi ha fatto della propria follia torto e ragione di vita. Uno per chi ha creduto di poter ricamare coi fili della commedia, uno grande a chi offrendomi il suo aiuto ha dimenticato di chiedere se ne avessi bisogno. Un sorriso a chi s'è voltato e se ne è andato ed uno a chi m'è passato vicino e m'ha sfiorato. Un sorriso a chi guardandomi dall'alto ha scorto la pianta dei piedi, uno a chi mi dona stima senza quotazione. Un sorriso a chi non ho mai incontrato, uno al tabaccaio che è in ferie. Un sorriso a chi resta dentro, uno a chi lascia qualcosa poi se ne va. Un sorriso si, e poco importa se resto ferma così.

spùt



settembre 2.9

impressioni_x.jpg























impressioni di settembre


Quante gocce di rugiada intorno a me

cerco il sole, ma non c'è.

Dorme ancora la campagna o forse no,
è sveglia, mi guarda, non so.
Già l'odore della terra, odor di grano
sale adagio verso me,
e la vita nel mio petto batte piano,
respiro la nebbia, penso a te.
Quento verde tutto intorno e ancor più in là
sembra quasi un mare d'erba,
e leggero il mio pensiero vola e va
ho quasi paura che si perda...


(Che tipo impasta i miei pensieri da 30 anni, in tempi non sospetti)



ottobre 2.9

eh.jpg




















october


October
and the trees are stripped bare
of all they wear.
What do I care?

October
and kingdoms rise
and kingdoms fall
But you go on
And on.


(vero eh)




novembre 2.9
nulla.jpg

variazioni su nulla


Quel nonnulla di sabbia che trascorre

Dalla clessidra muto e va posandosi,

E, fugaci, le impronte sul carnato,

Sul carnato che muore, d'una nube...


Poi mano che rovescia la clessidra,

Il ritorno per muoversi, di sabbia,

Il farsi argentea tacito di nube

Ai primi brevi lividi dell'alba...


La mano in ombra la clessidra volse,

E, di sabbia, il nonnulla che trascorre

Silente, è unica cosa che ormai s'oda

E, essendo udita, in buio non scompaia.


(G. Ungaretti)


dicembre 2.9
lepalle.jpg




















Per ora penso a cosa scrivere, poi lo scrivo eh.


gennaio 2.10
lesalse.jpg




















All is quiet on New Year's Day.

A world in white gets underway.

I want to be with you, be with you night and day.

Nothing changes on New Year's Day.

On New Year's Day.

marzo duemila10
Torcello.jpg




















Qui si riflette.


novembre duemila10
cera_una_volta.jpg




















Cera una volta

 
 

Elisabetta Tagliazucchi | P.I. 02989720368 | tel 338 8483233 | info@elisabettatagliazucchi.com | Creative Commons